FORTE IN FASHION: la fashion week dell’Argentario

Fervono i preparativi per la seconda edizione di Forte in Fashion, manifestazione dedicata ai giovani talenti del fashion design e della fotografia di moda in programma dal 21 al 27 agosto a Porto Ercole.

La kermesse è organizzata da StyleBook, il social network della moda (www.stylebook.it), con il contributo della Pro Loco di Porto Ercole e il patrocinio del Comune di Monte Argentario.

Si parte lunedì 21 agosto con il vernissage della mostra fotografica del Fashion Department dell’ISFCI: fotografie di moda realizzate da autori che hanno compiuto il loro percorso di studi all’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma, scuola che rappresenta da più di 30 anni un importante punto di riferimento didattico nella formazione di fotografi qualificati, creativi ed inseriti nel mondo del lavoro. Sono venti gli autori che esporranno: Marco Ardemagni, Mattia Astolfi, Federica Barboni, Francesco Belcecchi, Giulio Cafasso, Luca Cascianelli, Claudio Cerasoli, Giovanni Cosmo, Tommaso De Dona, Nicole Furlan, Simone Golfieri, Alice Marzi, Francesca Masariè, Federico Oddone, Melissa Pallini, Edoardo Russi, Federico Sguera, Federico Taddonio, Serena Vittorini e Martina Zanin. La mostra resterà aperta al pubblico fino a domenica 27 agosto, dalle 17:00 alle 21:00.

Grande attesa per l’evento clou, la sfilata di moda in programma sabato 26 agosto. Cinque gli stilisti scelti dalla direttrice di StyleBook, Federica Bernardini: in passerella sfileranno le creazioni di Vanessa Foglia (Abitart), Hilda Falati, Pinda Kida (Nibi), Barbara Iacobucci e Raffaella La Rocca.

Gli ospiti della sfilata saranno accolti con un drink di benvenuto offerto da Banfi, sponsor della manifestazione. Banfi a Montalcino è da quasi quaranta anni un punto di riferimento per chiunque al mondo si occupi di produzione vitivinicola. Definita a suo tempo come “il più grande progetto che sia mai stato realizzato nella produzione dei vini di qualità”, nasce nel 1978 grazie alla volontà dei fratelli italoamericani John e Harry Mariani, già titolari di Banfi Vintners, una delle più importanti società di importazione di vini statunitense.

La manifestazione Forte in Fashion si svolgerà anche quest’anno nell’incantevole cornice di Forte Stella, fortificazione spagnola del Cinquecento che domina il mare da un’altura nei pressi di Porto Ercole. Nelle sale al piano terra sarà allestita la mostra fotografica mentre la terrazza del forte, con una spettacolare veduta panoramica sulla costa dell’Argentario, ospiterà la sfilata.

Forte in Fashion
21-27 agosto
Forte Stella – Porto Ercole, Monte Argentario (GR)
Per informazioni: www.stylebook.it – info@stylebook.it

La Signorina F

Forte in Fashion: è in arrivo la seconda edizione della manifestazione organizzata da StyleBook

Porto Ercole vetrina estiva dei giovani talenti della moda

La moda sbarca all’Argentario anche questa estate con la seconda edizione di Forte in Fashion, dal 21 al 27 agosto; la manifestazione, organizzata da StyleBook con il contributo della Pro Loco di Porto Ercole e il patrocinio del Comune di Monte Argentario, si svolgerà in una spettacolare location, Forte Stella, fortificazione spagnola del Cinquecento che domina il mare da un’altura nei pressi di Porto Ercole.


Dopo il successo della sfilata della scorsa edizione, quest’anno Forte In Fashion amplia i contenuti toccando anche la fotografia di moda con la mostra dei giovani talenti dell’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma.

La mostra, aperta al pubblico per tutta la durata della manifestazione, farà da cornice all’appuntamento clou, la sfilata che vedrà in passerella le creazioni di otto designer emergenti della scuderia di StyleBook, il programma sabato 26 agosto.

Gli stilisti interessati a prendere parte alla sfilata sono ancora in tempo per presentare la richiesta di adesione. Le informazioni e il regolamento per partecipare alle selezioni, che termineranno il 30 giugno, sono disponibili su StyleBook, il social network della moda, all’indirizzo www.stylebook.it

Forte in Fashion diventa un appuntamento fisso dell’estate portercolese, con il duplice scopo di incrementare l’offerta di intrattenimento artistico di alto livello per il turismo di élite dell’Argentario e al tempo stesso di fornire ai giovani talenti della moda una grande occasione di visibilità e di crescita professionale.

Forte in Fashion
21-27 agosto
Forte Stella – Porto Ercole, Monte Argentario (GR)
Per maggiori informazioni: www.stylebook.it – info@stylebook.it

Francesca Tantillo

Trecce e beach waves: le acconciature must have per l’estate.

 

Con l’arrivo  dell’estate  per chi porta i capelli lunghi inizia un vero e proprio periodo di stress: se da un lato fa troppo caldo per tenerli sciolti dall’altro portarli sempre legati con la ‘pony tail’, il classico chignon o il rivisitato messy bun alla lunga stufa.   Esiste un buon compromesso tra praticità, comodità e stile? La risposta è SI e sta nelle trecce! Belle, comode e pratiche le acconciature con le trecce sono perfette  per qualsiasi occasione, sia che si tratti di una cerimonia, una serata o addirittura per allenarsi. In particolare le boxer  braids  sono l’ideale durante i workout: i capelli rimangono ordinati e non si sciolgono. Ovviamente che questa sarebbe stata la Braid Summer lo si era capito da tempo; dagli hair-styling  delle modelle in passerella era ben evidente che i capelli intrecciati  sarebbero stati i protagonisti dell’estate. Quando si parla di trecce, non ci si riduce alle classiche alla ‘pippi calze lunghe’, ma ci sono una miriade di varianti come le boxer braids, perfette per chi ha un’anima glam-rock, oppure c’è  la treccia alla francese, tornata in gran voga, che è perfetta per chi ama uno stile ordinato e chic. Tra le novità c’è la treccia a cascata: è  un’hair styling abbastanza semplice da realizzare, mentre  un must di qualche tempo è la  fish braid, ovvero la treccia a spina di pesce  detta così proprio perché l’intreccio ricorda la lisca: è ideale per chi vuole realizzare un’acconciatura laterale!  E’ scontato che ci vuole un po di pratica per ottenere uno styling perfetto; con tanta pazienza,  se non al 2 ,sicuramente al 5 tentativo si sviluppa la manualità e l’intreccio verrà automaticamente.

Su You Tube ci sono molte ragazze che sono in grado di realizzarle in maniera chiara e concisa come Milabu che arriva in soccorso delle ragazze con i capelli di lunghezza media ( https://www.youtube.com/watch?v=VlFe4CXTLQo&t=70 )oppure Missy  Sue che è bravissima a spiegare come realizzare le HeadBand Braids (https://www.youtube.com/watch?v=Kh8MTdgIDaA ) oppure anche Rooxsaurus che propone le trecce alla ‘Kim Kardashian’(  https://www.youtube.com/watch?v=Air8o2RGyXc&list=PLvc-A-6lK-ktK-uAu4GQ1ewaJvYSeMpxq&index=7 ).

Ma oltre le  trecce c’è un’altra tendenza in fatto di capelli che ha preso piede già dalla scorsa estate ossia le beach waves. Facili da realizzare, sono un vero e proprio must have per i periodi estivi; lo styling  dona un effetto molto naturale ed è  perfetto per chi ha i capelli mossi. Per ricreare delle onde morbide, voluminose e folte ci sono dei prodotti ad hoc come la mousse Bumbe and bumble Surf Foam Spray  Blow Dry che dona uno styling mosso e dona corpo ai capelli, poi c’è lo spray di Aussie, Miracle Beach Waves che regala  alla chioma l’effetto opaco, mentre chi predilige uno stile più disordinato può optare per lo spray di L’Oréal professionnel, Wild Stylers Beach Waves.

Fra trecce e beach waves  le chiome saranno sempre ‘sul pezzo’ questa estate!

Pronte a sbizzarrirvi?

Francesca Tantillo

 

ABBRONZATISSIMA….  quando la tintarella è una vera e propria cultura.

 

L’estate è finalmente arrivata e tutti ci fiondiamo al mare per colorire l’incarnato: la tintarella è una vera ossessione  per molti di noi.

D’altronde si sa che l’abbronzatura  rende più belli: la pelle appare più tonica e luminosa e di conseguenza le donne possono riporre nel cassetto fondotinta e correttori per qualche tempo.  Ma abbronzatura non è sempre stato sinonimo di bellezza, anzi!  Fino alla metà del secolo scorso la pelle abbronzata era segno d’appartenenza a una classe sociale bassa: contadini e operai per intenderci. I nobili si distinguevano per la pelle chiara e candida anche nei mesi estivi proprio a sottolineare la differenza fra le varie classi sociali. Non a caso anche d’estate le nobildonne non uscivano mai senza ombrellino para sole al seguito con tanto di guanti. Ma a partire dagli anni ‘20 qualcosa sembra smouversi: Coco Chanel dopo una vacanza in Costa Azzurra si ripresenta in società con un colorito più scuro lanciando così la moda della pelle dorata. Tante signore su imput di Madame Chanel iniziano ad ‘accogliere’ ben volentieri i raggi solari facendo gite e passeggiate al mare; ma per la tintarella vera e propria bisogna attendere gli anni ’50 infatti  in seguito alla nascita del bikini la donna diventa sempre più disinibita e questo si riflette nella voglia di esporsi sempre di più anche al mare e quindi abbronzarsi.  Con il passare del tempo la voglia di tintarella è cresciuta a dismisura tanto che negli anni’80 è diventata una vera e propria mania: in questa decade diventare neri come il carbone è d’obbligo e per accelerare il processo sono nati gli olii super abbronzanti e le creme colorate che in pochi istanti donavano un effetto ‘abbronzatura tropicale’.  Tra gli anni ’90 e 2000’ c’è stato il boom delle lampade che hanno rivoluzionato  il concetto di abbronzatura: ora è possibile avere un bel colorito tutto l’anno! Il problema sono gli effetti collaterali che i raggi UVA comportano alla pelle: invecchiamento precoce in primis!  Da qualche anno a questa parte c’è un’inversione di tendenza o perlomeno c’è un’attenzione in più nei confronti della salute: sono sempre di più le persone che NON RINUNCIANO  alla protezione solare. Sia la pelle chiara che quella più olivastra DEVONO essere protette allo stesso modo; quindi dimenticate l’idea che ‘ho la pelle più scura, quindi non mi scotto’ perché anche se la genetica è stata più ‘clemente’  i danni provocati dai raggi solari sono uguali per tutti. Oltre all’invecchiamento precoce la pelle può andare incontro a tumori e alla comparsa di nei.  Purtroppo la strada verso la protezione è ancora lunga visto che l’ultima ricerca Nielsen ha rivelato che solo il 28% degli italiani usa uno schermo protettivo e nonostante siano state lanciate persino app  che  avvisano quando bisogna girarsi di lato sul lettino la via verso una consapevolezza maggiore su quanto e come prendere il sole è ancora lunga.  Ad oggi il mercato offre una vasta scelta di protettivi solari, sia spray (facili da applicare) che in crema garantendo una protezione super: ovviamente per il viso va messa la 50+  come quella di Korff e superati i 30 anche con azione antiage come quella di Avène.  Per il resto del corpo si può scendere a un filtro SPF più basso, come il latte fluido SPF 30 di Vichy antisabbia  o lo spray solare SPF 15 di Biopoint.

In Italia la tintarella ha una vera e propria storia alla spalle che ha in qualche modo caratterizzato la nostra società, ma nel futuro facciamo in modo che anche la protezione diventi un’abitudine inderogabile per l’estate ( e non solo!)

Francesca Tantillo

Moscot e AUTOANTIQUA: una giornata fra moda e vintage a Roma

Il prossimo 28 maggio, lo store Moscot di Via Cola di Rienzo 267, avrà una special opening in occasione della  2 edizione di AUTOANTIQUA, la convention di auto d’epoca che si svolge dal 26 al 28 maggio nel cuore di Roma.  Per l’occasione lo store monomarca (primo in Italia) presenta l’esclusiva  LIMITED EDITION del modello Type 1 Matte Black by MOSCOT e Common Project.  Gli amanti di questo brand newyorchese avranno la possibilità di provare tutti modelli, sia della new collection che gli storici evergreen fra cui le linee Moscot Original e Moscot Spirit. Basti pensare che uno dei più grandi ‘fan’ di Moscot è Johnny Deep; il modello preferito dall’attore hollywoodiano sono i LEMTOSH e non a caso sono uno dei cavalli di battaglia del brand. Dal design bohémien, i LEMTOSH donano un fascino e un’allure d’altri tempi ma non convenzionale e sono un vero e proprio MUST HAVE. Inoltre ad animare la giornata ci saranno cadeau e anche un auto vintage esposta fuori lo store proprio in occasione di AUTOANTIQUA.

Una combo perfetta per passare un pomeriggio tra stile&motori!

Francesca Tantillo

Tintarella artificiale: la nuova generazione degli autoabbronzanti

La bella stagione è praticamente arrivata e con essa la voglia di andare al mare, ma soprattutto di prendere la tintarella in modo tale da abbandonare al più presto il pallore che ci ha accompagnato per tutto l’inverno. Il problema  che però affligge molti di noi è proprio il primo sole: la prima giornata al mare è sempre ( o quasi) un trauma. Già soltanto trovare un costume che non si prenda a cazzotti con la pelle bianchiccia è tanto…infatti per non sbagliare è sempre meglio optare per un classico nero, i bikini color  fluo o iper accesi lasciamoli nel cassetto ancora per qualche settimana. Ma se ci fermiamo a dare un’occhiata sul web, notiamo che tante blogger e influencer hanno sempre la pelle perfetta e ambrata.. sarà merito dei numerosi viaggi ? I DON’T CARE!

Il loro segreto è l’AUTOABBRONZANTE. Da qualche anno a questa parte stanno spopolando e sono lo strumento perfetto per ottenere in pochi istanti una pelle baciata dal sole senza rischi e controindicazioni; a differenza delle lampade che, invece, a lungo andare provocano danni irrimediabili alla pelle provocando invecchiamento precoce e macchie ad esempio. Il boom della tintarella artificiale è dovuto al fatto che negli anni la ricerca scientifica ha portato alla creazione di prodotti sempre più performanti e sicuri. Sul mercato ci sono  molte tipologie di autoabbronzanti: alcuni regalano un colorito al derma istantaneamente mentre altri ‘abbronzano’ in maniera graduale in seguito a diverse applicazioni. Per ottenere una performance perfetta è fondamentale applicarli in maniera uniforme onde evitare la comparsa di macchie e discromie decisamente antiestetiche! La regola base è quella di stendere il prodotto dai piedi per poi risalire lungo tutta la gamba;  per ottenere un risultato migliore è fondamentale avere la pelle liscia e idratata e ovviamente la depilazione deve essere fatta 24h prima  dell’applicazione. E’ importante non dimenticare alcuni punti del corpo che potrebbero passare inosservati: ginocchia, gomiti e talloni sono zone ben visibili. L’ansia che assale molti di noi  e ci rende un po’ titubanti sull’utilizzo di questo prodotto è la paura  di macchiare gli abiti; ad oggi gli autoabbronzanti si asciugano velocemente e ci si può rivestire  senza problemi; se non si vuole rischiare l’ideale sarebbe quello di stendere il prodotto la sera prima  oppure di indossare abiti scuri.

Crema, mousse, spray e salviette sono le proposte sul mercato; sicuramente le texture cremose sono più facili da applicare ma bisogna ricordarsi di sciacquarsi sempre le mani altrimenti si può ricorrere a guanti di lattice o spugnette per evitare di ritrovarsi le mani aranciate.  Tra le creme migliori c’è Ideal soleil Autobronzant Lait Hydratant di Vichy o Terracotta Sunless Gel di Guerlain. Gli spray sono più rapidi e riescono a raggiungere le parti più critiche del corpo ma vanno sempre applicati a 20cm di distanza ad esempio c’è Instant Sunless spray di Vapo o Self Tanning legs di Pocket. Per il visto invece, essendo una zona delicata, è meglio usare dei prodotti specifici visage oppure delle salviette come

Sun Kissed Drops di Lancaster o Instant  tanning One Day Color di Comodynes. Ovviamente gli autoabbronzanti sono perfetti per intensificare e prolungare il colorito di chi è già abbronzato ma un questo caso ricordate che questi prodotti non hanno la SPF.. quindi bisogna sempre  ricorrere a una protezione solare adeguata quando si prende il sole!

Francesca Tantillo